PianetaDonna

Lo Psicologo online
27 Feb

A che cosa è servito il femminismo?

admin» Mercoledì 27 Febbraio alle ore 10:02

Ho conosciuto il mio ragazzo 3 anni fa.

Mi sono perdutamente innamorata, ho lasciato il mio ragazzo “storico” per lui. Lui all’inizio mi trattava bene, era romantico, insomma ci sapeva fare.
Poi dopo diverse difficoltà (mi ha lasciato, aveva un altra, ecc.) ci siamo ritrovati e siamo andati a vivere assieme.
Da qui è iniziata la sua schizofrenia: a volte mi coccola in continuazione, cerca una casa più grande, si impegna per trovare un lavoro migliore; altre volte mi dice “muori” o “perchè non muori?!”, mi tratta male, insulta la mia intelligenza, minaccia di andarsene, non risponde al telefono, comincia a lanciare oggetti per casa, si comporta da bastardo maschilista incallito.
Io non so che fare.. lo amo ma quando fa così lo detesto. Se sta male con me perchè non se ne va?
Certo ne soffrirei ma una volta x tutte e poi basta.
A volte sembra la cosa più bella della mia vita, altre volte una sciagura bella e buona; vorrei liberarmi di lui, avere la forza di mandarlo fuori di casa. Ma sono troppo insicura, stupida ed innamorata per farlo.
Se mio padre lo sapesse.. e dire che loda sempre la mia intelligenza, al mia caparbietà, la mia forza…si nel lavoro, con gli amici, ma nella viat di coppia?
Le donne di una volta si facevano più rispettare di me…
Mi vergogno di essere donna, laureata e di avere “solo” 26 anni e di essere vittima di un uomo che mi tratta come un oggetto! A volte ho paura di non avere via d’uscita. Non so cosa fare.

Il titolo della sua email è fuorviante. Nella sua situazione la contrapposizione maschile-femminile c’entra poco. Gli altri ci valutano e si relazionano con noi nella misura in cui noi gli permettiamo di farlo. Il “carnefice” esiste perchè c’è sempre qualcuno che è disposto a far da “vittima”. La circostanza di essere “innamorati” è sicuramente un attenuante, ma non giustifica del tutto una sottommissione come quella da lei descritta. Questa sottomissione trova origine da una scarsa autostima e da copioni affettivi e relazionali passati. E su quest’ultimi che deve incominciare ad intervenire.
Saluti


Articoli correlati

  • Articoli non presenti

Aggiungi un commento

CAPTCHA image


DesMM Design